Vita da Expat e Storytelling di Viaggio

ALL ABOUT: Pingyao, cittadina sulla Via della Seta, tra storia e cultura

pingyao via della seta

Pingyao è una cittadina sulla Via della Seta nella regione dello Shandong, a nord est della Cina. Racchiusa tra le mura, Pingyao è un reticolato di strade in cui si respirano storia e cultura cinesi.

La città vecchia di Pingyao si può definire un’attrazione per il turismo cinese, ma anche per quello occidentale. Sono sempre di più gli stranieri che vengono attratti dalla storia e sempre più tour organizzati includono Pingyao tra le loro mete.

Nonostante la città si basi sul turismo, non ci si sente schiacciati dalle masse, ma si respira aria di autenticità.

Pingyao è stata anche soggetto di riprese per il film Lanterne Rosse di Zhang Yimou, tratto dal celebre romanzo Mogli e Concubine di Sutong.

Pingyao, un punto di riferimento per il passato

Arte, storia, cultura e ingegno delle ultime due dinastie Ming (1368-1644) e Qing (1644-1911) si riconoscono in ogni edificio.

Pingyao era una ricca città situata sulla Via della Seta: un importante centro economico e finanziario, ma anche militare. Tra gli edifici visitabili con l’acquisto del ticket (scorri in basso per saperne di più), vi sono banche, edifici in cui venivano gestiti i conti, il forziere dell’intera Cina del nord all’epoca e il deposito di armi.

Pingyao è anche un centro culturale poiché troviamo le scuole di arti marziali e un tempio dedicato a Confucio, oltre a lussuose case private.

La struttura degli edifici

Ogni edificio è accuratamente costruito secondo lo stile dell’epoca.

Superata la piccola entrata sormontata dalla classica forma del tetto a pagoda, ci si trova in un cortile con due stanze, una sul lato destro e una su quello sinistro, normalmente riconosciute come aree comuni. Di fronte si trova invece la stanza principale, in cui venivano svolte le attività più importanti come l’incontro con i commercianti per una trattativa. Addentrandosi nel retro dell’edificio, ci si imbatte in un altro cortile e in stanze destinate a servizi di minore importanza.

L’aspetto più evidente è la simmetricità di ogni edificio.

pingyao via della seta
La struttura dell’edificio

I cortili oggi profumano di fiori: sono dei musei a cielo aperto. Nelle sale hanno lasciato i vecchi tavoli, i vecchi letti e gli oggetti in uso all’epoca.

Così, visitare ogni edificio diventa il mezzo per comprendere la storia cinese e capire la potenza e il prestigio riservato alle dinastie Ming e Qing.

Cardo e decumano cinesi

Le vie principali sono due, le quali tagliano orizzontalmente e verticalmente la città all’interno delle mura.

Sembra di fare un tuffo nel passato tra edifici vecchio stile, lanterne appese alle pareti e negozi vintage di vecchi dischi.

Viene lasciato spazio anche al moderno, il quale si ritrova nelle caffetterie ricche di luci, vasi di fiori, piante e scritte alle pareti; e ancora, nei ristoranti alla moda, negli hotel caratteristici, nei negozi di souvenir e fish massage… Il tutto ha però un’atmosfera di altri tempi: Pingyao è molto suggestiva.

Per queste vie si trovano anche gli edifici storici descritti in precedenza. Con l’esperienza diretta, tra assaggi delle specialità della provincia e negozietti artigianali, si impara la storia. 

Oltre le vie principali di Pingyao

Basta imboccare una via secondaria per ritrovarsi lontano dai turisti.

Quasi nessuno cammina per queste strade e i cinesi, che stanno svolgendo il loro lavoro, si stupiscono nel vedere uno straniero.

Questa zona di Pingyao è un reticolato di vie strette e deserte, se non per i mini-bus che dagli hotel portano i turisti verso la via principale. È un incrocio di vie fatto di case dalle porte sprangate: forse abbandonate o forse chi ci vive vuole un po’ di tranquillità.

Vagare senza meta porta sempre da qualche parte: improvvisamente si può scorgere una via secondaria con delle lanterne rosse appese ad un filo, oppure un laghetto con ponticelli in stile cinese o un antico negozio di falegnameria ancora operativo.

Pingyao è anche oltre le mura: all’alba mi sono imbattuta in un mercato di prodotti freschi dell’orto, carne e semi. Camminavo tra cavoli e patate distesi con cura su un telo steso per l’occasione al ciglio della strada.

pingyao via della seta
Il mercato

Qui ho acquistato la colazione a base di youtiao, pane fritto, e doujiang, latte di soia, da una bancarella gestita da un simpatico signore che mi faceva mille domande. Come respirare la vera Cina.

Sia le strade principali che quelle secondarie fanno parte di Pingyao e tutto è testimonianza della sua storicità. Uscite, andate oltre le vie principali, oltre le mura: ecco cosa vedere a Pingyao.

Per conoscere altre destinazioni di viaggio in Cina clicca qui.

————————————————————————————————————-

Come raggiungere Pingyao?

  • Se ti trovi a Datong puoi prendere un treno notturno che dallo Shanxi ti porta nello Shandong (ciò che ho fatto io) meno di 8 ore per 61 Renminbi
  • Da Pechino: 4 ore di treno ad alta velocità (225 Renminbi)

Prezzo dell’Entrata in 22 edifici: 125 Renminbi (valido 3 giorni) CONSIGLIATO!

Dove dormire?

Consiglio di cercare un alloggio all’interno delle mura: ci sono molti ostelli e hotel caratteristici ad ogni fascia di prezzo.

Dove mangiare?

In Cina il cibo non è mai un problema. Sia all’interno delle mura che fuori un serie di ristoranti e bancarelle animano le strade già alle prime luci dell’alba. Puoi decidere di mangiare con 2 euro o con 50, dipende dal tuo budget.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: