Vita da Expat e Storytelling di Viaggio

ALL ABOUT: Le mura della città di Datong

mura città datong

Pochi fanno tappa a Datong, non sapendo invece che è una città ricca di storia e cultura.

Datong era una città strategicamente importante durante la dinastia Ming e Qing, poiché posizionata sulla Via della Seta. Era un centro fiorente nel passato, già durante il regno Northern Wei in cinese Beiwei (386–535 AC).

Datong è circondata da mura sulle quali è possibile accedere gratuitamente. Se sei già stato a Xi’an, saprai che hai diverse possibilità di percorrere le mura: a piedi o in bicicletta. A Datong si presenta la medesima situazione, anche se il perimetro delle mura è più piccolo.

Dopo una giornata a girare come una trottola, mi sono ritrovata sulle mura della città di Datong.

All’interno di una torretta, riconoscibile solo per dei tavolini e delle sedie all’esterno che quasi si mimetizzano con la pietra, sorge una graziosa libreria. Entrando, aromi speziati creano un dolce impatto con l’odore della carta: non è solo una libreria, ma serve anche bevande calde.

Chiedo subito un tè caldo mentre esploro la libreria e scopro che vende anche piccoli souvenir, cartoline, fermacarte, portachiavi e tazzine con i simboli della città: le grotte di Yungang (se non hai letto l’articolo in cui spiego nel dettaglio come raggiungere le grotte clicca qui) e i Templi Sospesi Hanging Temple (leggi l’articolo dedicato, clicca qui)

Il mio tè al gelsomino, uno dei più comuni in Cina, è pronto. Salgo al piano di sopra da una scaletta di legno cigolante e mi trovo in una saletta con due tavolini e uno scaffale pieno di libri che copre tre pareti. Da una piccola finestrella in alto entra una luce soffusa, ma non è possibile ammirare il panorama all’esterno. Sfoglio qualche libro mentre aspetto che il tè si raffreddi: ne ho trovato uno sui viaggi.

Riscendo per la stessa scaletta cigolante e dopo aver salutato la ragazza al bancone con il classico bye bye alla cinese, mi siedo sui tavolini affacciati all’esterno, gli stessi che mi hanno invogliato ad entrare in questo posticino.

I raggi di sole del tramonto arrivano al tavolino sul quale ho appoggiato il mio tè. La luce sul bicchiere trasparente fa brillare le foglie verdi che lentamente si stanno appoggiando sul fondo.

Il vento oggi è stato forte, delle mura credo si sentisse ancora di più. Per questo i visitatori sono pochi. Tuttavia, con l’avvicinarsi del tramonto, sta calando il vento, lasciando spazio ad una brezza fresca.

È agosto, ma nello Shanxi, una delle province interne della Cina, la temperatura non raggiunge climi torridi.

Passa una coppia in bicicletta, poi una famiglia a piedi, si stanno godendo le luci del tramonto dalle mura. Decido di muovermi verso est in modo da ritrovare il tramonto opposto a me.

Inizio a camminare e una luce arancione sta piano piano avvolgendo tutta Datong. Devo muovermi abbastanza velocemente poiché il sole tra tramontando.

Raggiungo un’altra torre e la palla infuocata si trova dritta di fronte a me: è il luogo ideale. I colori stanno virando dall’arancione al rosso, e dal rosso al rosa.

mura città datong
Le mura della città di Datong

Sotto di me vedo i classici tetti a pagoda della città vecchia e in lontananza i grattacieli, simbolo dell’accentramento nelle città dalle campagne.

Le luci per le strade non sono ancora accese. Le vie brulicano di visitatori pronti ad entrare in qualche ristorante tipico della città, qualcuno già esce dal ristorante: in Cina si mangia presto.

Solo quando il sole è tramontato totalmente, allora le luci, posizionate attorno a pagode e torri, si accendono in successione delineando il profilo della città. È uno scenario rilassante, ma la brezza della sera richiama la nostalgia di un luogo caldo.

Scendo dalle mura per esplorare la città, la quale dall’alto non sembra niente male. Piccola, ma le sue vie sono un fiume in piena. Sempre più fresca, accarezzata dalla brezza serale, ma le luci e gli spettacoli per le strade la rendono accogliente.

mura città datong
La città illuminata

È stata, come si suol dire, una bella giornata.

—————————————————————————————–

Cosa vedere a Datong?

  • Museo di Datong per capire la storia della città
  • Mura della città
  • Le vie principali all’interno delle mura con negozi e ristoranti
  • Tempio Huayan all’interno delle mura

Dove alloggiare?

All’interno delle mura ci sono numerosi Youth Hostel accoglienti e in posizioni centrali.

Dove mangiare?

Come sempre in Cina non è un problema trovare un boccone da mettere sotto i denti. Sia dentro le mura, che fuori, i ristoranti abbondano. Fatti guidare dal tuo istinto e lanciati nel provare nuovi cibi. 

Per saperne di più spulcia il mio Instagram: ho documentato tutto il mio viaggio!

Related Articles

One Reply to “ALL ABOUT: Le mura della città di Datong”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: