Vita da Expat e Storytelling di Viaggio

Come ho festeggiato il Capodanno Cinese in Cina nel 2017

capodanno cinese

Tra pochi giorni sarà il Capodanno Cinese!

Oggi mi sento nostalgica e voglio ricordare come ho trascorso il mio primo Capodanno Cinese in Cina tre anni fa (che come quest’anno cadeva alla fine di Gennaio).

Durante quell’inverno freddissimo senza riscaldamento, particolare del sud della Cina, sono stata ospitata dalla famiglia di un mio amico cinese nella campagna del Guizhou, regione a Sud-Ovest della Cina.

In un villaggio dove non arriva il treno, vi è un lago in mezzo all’erba seccata dal sole, poche case lungo il sentiero non asfaltato, dove non esiste inquinamento luminoso: ecco io qui ho passato il mio primo Capodanno Cinese.

Un villaggio remoto, che si riempie quando è Capodanno e si svuota quando questo finisce.

capodanno cinese
Nella campagna del Guizhou

Prima regola del Capodanno

La regola principale del Capodanno Cinese è lo stare in famiglia. Le famiglie, che vivono in città ed hanno lasciato i genitori ormai anziani al villaggio, si riuniscono per la cerimonia sontuosa.

Secondo l’antico principio confuciano della pietà filiale, i figli, una volta cresciuti, devono prendersi cura dei genitori e questo comporta la classica visita durante i giorni di Capodanno. I lavoratori accumulano le ferie di tutto l’anno in queste settimane per poter passare più tempo con la famiglia.

Come ho festeggiato il Capodanno Cinese

Devo dire che è stato uno shock all’inizio, dato che la casa in cui ho alloggiato per una settimana era costituita solo da due camere da letto e un salotto adibito a cucina. Il bagno era…

un buco nel terreno in comune con tutto il villaggio. Che esperienza!

Nel Guizhou, il piatto principale per il cenone di Capodanno è la hot-pot, la zuppa fumante posta in mezzo al tavolo. In genere, contiene carne, ma visto che ricorre un’occasione speciale, si può servire anche di pesce, che nella tradizione cinese si dice porti abbondanza.

Nel primo pomeriggio, le donne hanno iniziato a sventrare e pulire pesci nel cortile della casa. Hanno poi lavato le verdure ed hanno messo tutto in pentola a bollire.

In Cina si mangia presto: alle 18.30 eravamo già a tavola con la zuppa fumante al centro del tavolo.

Dopo la cena, abbiamo assistito ai fuochi artificiali sparati dal vicino: una tradizione simile alla nostra. Sotto un cielo stellato i fuochi brillavano ancora di più.

Terminato questo spettacolo, le donne si sono rinchiuse in cucina, i bambini in cortile a giocare, mentre gli uomini hanno preso posto intorno al tavolo tirando fuori bottiglie dai baijiu (grappa cinese), mazzi di carte, tofu e pesce essiccato ed hanno iniziato a smerciare sigarette a tutti i presenti.

Ovviamente io, essendo l’ospite, ho dovuto assistere a questo spettacolo di uomini di mezza età che, dopo il baijiu, erano ubriachi da non stare in piedi. Però devo ammettere che è stato molto divertente.

Ho imparato nuovi giochi con le carte, con le mani; mi hanno insegnato i trucchi del mestiere ed è stato un incontro interculturale anche questo.

Quando si entra in sintonia con i locali, credo che l’assimilazione della nuova cultura sia ancora più forte; fa rumore dentro di te e capisci quanto sia bella la diversità.

Il mio Capodanno Cinese si è concluso sotto un magnifico cielo stellato, prima illuminato dai fuochi d’artificio, ora solo dalle stelle.

Conclusioni e riflessioni

Siamo sempre più soffocati dal cemento e dall’asfalto che non ci rendiamo conto di quanto sia semplice la vita. Le radicali differenze di usi, costumi e abitudini causano uno shock iniziale, ma fanno riflettere.

E quando l’esperienza finisce, dobbiamo trattenere i pensieri.

Dobbiamo applicare i cambiamenti generati in noi alla nostra realtà. Non mi riferisco al non avere un bagno in casa, ma alla vita che può essere molto più semplice di quello che pensiamo.

Se ancora non hai un’intenzione per l’anno nuovo, eccone una: la semplicità. Invece, se ancora non ti senti nel nuovo anno, ti auguro un sereno Capodanno Cinese!

C’è ancora tempo per cambiare e migliorarsi

Per approfondire l’argomento, ho scritto un articolo per Mollotutto.info in cui spiego nel dettaglio il Capodanno Cinese.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: